Debiti sovrani, banche e crisi dell’Eurozona

AA.VV.
a cura di Luigi Paganetto

Eurilink University Press, 2012 - ISBN: 9788895151670

Dall’inizio dell’anno gli istituti di credito dell’Eurozona hanno visto diminuire le loro quotazioni del 36%. Di recente Christine Lagarde, nuovo direttore esecutivo del Fondo Monetario Internazionale, ha sostenuto che le banche europee si devono ricapitalizzare. Esse hanno nei bilanci troppi titoli pubblici e troppe attività finanziarie ad elevato rischio e devono, perciò, aumentare il loro capitale per contenere gli spread dei titoli di debito sovrano e fronteggiare la crisi finanziaria sottostante.

La Banca Centrale Europea è di diverso avviso. J. Claude Trichet ha sostenuto che le banche europee stanno fronteggiando una crisi di liquidità sulla quale l’ECB sta intervenendo. Questa disputa avviene mentre l’Europa ha davanti un ulteriore periodo di bassa crescita, accompagnato da un aumento delle disuguaglianze, novità importante nel panorama europeo.

Come evitare che il forte rischio sistemico denunciato dallo stesso Trichet si trasformi in crisi finanziaria che, certamente, sarebbe esiziale per lo sviluppo? Chi deve pagare il costo del riaggiustamento in Europa e nel nostro paese?

 

Autori: Michele Bagella, Innocenzo Cipolletta, Paolo Guerrieri, Giorgio La Malfa, Rainer Masera, Marcello Messori, Luigi Paganetto, Fabio Panetta, Giovanni Sabatini, Mario Sarcinelli.