Saturday, October 1, 2016
 

Convegno “Dopo Brexit: quale futuro per l’Europa” Biblioteca della Camera

La Fondazione Giacomo Matteotti Onlus e l’Università Unitelma Sapienza di Roma organizzano,  Mercoledì 28 settembre 2016, il Convegno

DOPO BREXIT: QUALE FUTURO PER L’EUROPA

Roma,  Biblioteca della Camera dei deputati – Sala del Refettorio Via del Seminario, 76

con interventi di  Francesco Avallone, Rettore di Unitelma Sapienza, e di Angelo G. Sabatini, Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti

Relazioni:

Prof. Luigi Paganetto

Professore emerito di Economia internazionale, Presidente Fondazione Economia Tor Vergata

Le conseguenze economico-finanziarie della Brexit

Prof. Carlo Curti Gialdino

Università di Roma La Sapienza

Le implicazioni giuridico-istituzionali della Brexit

Segue la tavola rotonda sul tema:

Oltre Brexit: gli scenari possibili ed auspicabili

con Prof. Giandonato Caggiano, Prof. Mario Carta, Sen. Pierferdinando Casini, Prof. Nicolò Conti, Amb. Giovanni Jannuzzi, Prof. Cesare Salvi, Prof. Marco Sepe Coordina: Dott. Alberto Aghemo

Nella circostanza sarà anche presentato il volume Quale futuro per l’Europa tra crisi, rilancio ed utopia, a cura di Mario Carta, pubblicato dalla Fondazione Matteotti e da Unitelma Sapienza, Rubbettino Editore

 

28 Sep2016

Rapporto ASviS: Italia in ritardo, urgono misure per la sostenibilità dello sviluppo

Presentata alla Camera la prima analisi della situazione dell’Italia rispetto ai 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile sottoscritti all’Onu. La relazione di Giovannini e il dibattito con Gozi, Frey, Quadrio Curzio, Spadoni, Quartapelle e Stefanini.

“Con oltre 4,5 milioni di poveri assoluti, un tasso di occupazione femminile inferiore al 50%, oltre 2 milioni di giovani che non studiano e non lavorano; con investimenti in ricerca e sviluppo di poco superiori all’1% del PIL, tassi di abbandono scolastico del 27,3% per i figli di genitori meno istruiti a fronte del 2,7% per i figli di genitori in possesso di laurea e un rapporto tra ricchi e poveri tra i più squilibrati dell’area OCSE; con significative disuguaglianze di genere e un’inaccettabile violenza sulle donne (76 femminicidi dall’inizio dell’anno); un degrado ambientale forte soprattutto in certe zone del Paese e tutte le specie ittiche a rischio; con il 36% di persone che vive in zone ad alto richio sismico e un’alta mortalità a causa dell’inquinamento atmosferico nei centri urbani; con una transizione troppo lenta alle fonti rinnovabili rispetto agli accordi di Parigi, l’Italia dimostra di essere ancora molto lontana dal percorso di sostenibilità delineato dall’Agenda 2030 e dagli impegni sottoscritti all’ONU un anno fa. Eppure sappiamo di non avere alternative per garantire un futuro al Paese”. Così si è espresso il Portavoce dell’Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile, Enrico Giovannini, presentando oggi alla Camera dei Deputati il Rapporto dell’ASviS su “L’Italia e gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile”, prima analisi della situazione dell’Italia rispetto ai 17 Obiettivi e 169 Target dell’Agenda 2030.

All’incontro hanno partecipato il sottosegretario Sandro Gozi in rappresentanza del Governo, Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni, Marco Frey, Presidente della Fondazione Global Compact Network Italia, Alberto Quadrio Curzio, Presidente dell’Accademia dei Lincei, Maria Edera Spadoni e Lia Quartapelle, rispettivamente Presidente e Vice-Presidente del Comitato Permanente sull’Attuazione dell’Agenda 2030 e gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile della Commissione Esteri della Camera. Le conclusioni sono state affidate a Pierluigi Stefanini, Presidente dell’ASviS.

Rivedi l’evento sulla Web Tv della Camera

Scarica il Rapporto (Pdf)
La Sintesi
Il Comunicato Stampa
Il  Powerpoint di Giovannini
Introduzione, sommario ed Executive Summary in Italiano
Executive Summary (in English)

 

Diploma in Management pubblico europeo e politiche economiche

settembre 22nd, 2016 by Fuet in Economia internazionale / Workshops

Nell’ambito del Diploma in Management pubblico europeo e politiche economiche, che si svolge presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, coordinato dal Professor Luigi Paganetto, il 22 settembre è intervenuto l’AD di Finmeccanica/Leonardo Ing. Mauro Moretti.

 

Diploma in Management pubblico europeo e politiche economiche

settembre 22nd, 2016 by Fuet in Activities / Economia internazionale / Workshops

Nell’ambito del Diploma in Management pubblico europeo e politiche economiche, che si svolge presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, coordinato dal Professor Luigi Paganetto, il 21 settembre u.s. sono intervenuti il Dott. Fabrizio Barca con una Lectio Magistralis “Le politiche di coesione europea e  lo sviluppo” e il Dott. Andrea Novelli.




 

Rapporti di ricerca Osservatorio ASEAN: Sfide e prospettive per l’Italia e per l’Europa nel Sud Est Asiatico

Il 1 giugno 2016, presso la sede ANSA, è stato presentato il Rapporto “ASEAN Outlook: The possible evolution of current relations between ASEAN, Italy and the EU“, a cura della Fondazione Economia Tor Vergata e  Ce.S.I. – Center for International Studies.

Scarica il report completo

Opening session: 12:00 am

Closing session: 13:30 pm

Programma

Introduzione:

  • Prof. Andrea Margelletti - Chairman of Ce.S.I. – Center for International Studies
  • Prof. Luigi Paganetto - Chairman of FUET

Speakers:

  • H.E. Myint Naung – Ambassadors of the Republic of the Union of Myanmar
  • H.E. August Parengkuan - Ambassador of the Republic of Indonesia
  • H.E. Domingo Nolasco – Ambassador of the Republic of the Philippines
  • H.E. Datò Abdul Samad Othman – Ambassador of Malaysia
  • Couns. sara Rezoagli - Head of VII Office (MAECI)
  • Prof. Romeo Orlandi – Deputy Chairman of Italy-ASEAN Association

Moderatore:

  • Dr. Stefano Polli - Deputy Director of ANSA

Photo credits: Ce.S.I. – Center for International Studies
Fondata ufficialmente l’8 agosto 1967, l’‪ASEAN‬ (Association of Southeast Asia Nations) nasce su iniziativa di Thailandia, Malesia, Indonesia, Filippine e Singapore allo scopo di incentivare la cooperazione politica ed economica nella regione e creare così un’entità in grado di farsi garante della stabilità in tutto il Sudest asiatico.
Con il progressivo allargamento della membership al Brunei, Vietnam, Laos e Myanmar e Cambogia, l’ASEAN è diventata a tutti gli effetti un forum inclusivo e rappresentativo di uno scenario destinato ad emergere nel decennio successivo come uno dei contesti più dinamici del continente asiatico.
Scarica il report completo

 

PIL Mensile – luglio 2016

luglio 19th, 2016 by Fuet in Economia internazionale / PIL mensile

PIL mensile: variazione nulla in maggio

A maggio la produzione industriale si è ridotta (-0,6% m/m) in misura maggiore rispetto a quanto previsto; tuttavia resta in linea con gli andamenti nel resto d’Europa. La flessione ha riguardato tutti i comparti, in misura più marcata i beni strumentali (-1,8%). Diversamente, i beni durevoli sono aumentati (0,4%). Segnali favorevoli sul ciclo economico provengono dalla fiducia delle imprese manifatturiere e dagli indici in volume delle esportazioni ed importazioni. Le nuove stime indicano per maggio una variazione nulla del PIL (-0,02% m/m) e un tasso di variazione annuo stabile allo 0,8% a/a.

Dati e commenti

Serie storica (PDF)

La pubblicazione dell’indicatore del PIL mensile avverrà il giorno 16 di ogni mese alle ore 12 circa. La prossima diffusione è prevista per venerdì 16 settembre 2016.

 
 
About us

La Fondazione Universitaria Economia Tor Vergata è uno strumento di relazione tra università, imprese e istituzioni.

Approfondisci »
Help & Support

Problemi con il sito web?
Contatta il webmaster .

webmaster@poeco.uniroma2.it
Contatti

Via Columbia, 2
00133 Roma
Tel.: 06 72595570/5533
Fax: 06 72595569
segreteria.fondazione
luigi.paganetto