A quando una (vera) riforma fiscale? Domande e risposte dal Gruppo dei 20

Il tema del fisco è uno dei tasselli fondamentali del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza. I tempi per realizzare una vera riforma però non sembrano tanto brevi. Spunti e riflessioni dal seminario con Paganetto, Marattin, Marè, Ceriani, Rossi, Monteduro, Valente, Tria e altri.

Tra le priorità del Pnrr c’è proprio quel riassetto fiscale invocato da più parti, imprese in testa. I tempi però non saranno brevi. Spunti e riflessioni dal webinar con Paganetto, Marè, Ceriani, Rossi, Valente e Marattin.

 

Riforma fiscale, tutti la vogliono eppure ancora non si vede all’orizzonte un intervento profondo e verticale, degno di questo nome. Il governo, entro la fine di luglio potrebbe predisporre una prima versione della legge delega con cui porre le basi per una riforma fiscale. Riforma che peraltro è ai primi posti del Pnrr. Ma la strada è lunga e anche piuttosto in salita. Di questo si è parlato nel corso del webinar Pnrr, riforma fiscale e legge delega, organizzato e promosso dal Gruppo dei 20 (Fondazione Economia Tor Vergata), presieduto da Luigi Paganetto.

Tra i partecipanti, oltre allo stesso Paganetto, Luigi Marattin, presidente, commissione Finanze della Camera, Mauro Marè, presidente Mefop, Nicola Rossi economista e docente a Tor Vergata, Vieri Ceriani, già Sottosegretario al Mef, Piergiorgio Valente, presidente del Cfe Tax Advisers Europe.

“Il Pnrr colloca molto opportunamente la riforma fiscale tra le azioni chiave per dare risposta alle debolezze strutturali del Paese e indica alcune priorità che vanno dalla possibile revisione dell’Irpef, al contrasto dell’evasione fiscale, all’aumento dall’operatività dell’Agenzia delle Entrate, agli adeguamenti necessari in materia di federalismo fiscale”, ha spiegato Paganetto in apertura dei lavori.

Leggi l'articolo completo

 

Martedì 27 Luglio 2021
#gruppodeiventi