Giustizia Sociale, Occupazione e Crescita. Quali ricette per la Good Economy?

AA. VV.
A cura di Luigi Paganetto

Eurilink University Press, 2013 - ISBN: 8897931154, 9788897931157

Il volume raccoglie riflessioni sulla forte riaffermazione del ruolo del mercato e, allo stesso tempo, sulla constatazione dei casi di fallimento del mercato stesso e dei limiti che incontrano, oggi, le politiche keynesiane. Si propone la ricerca di una nuova via per affrontare la questione dello sviluppo mentre perdura la crisi economica. In questi anni c’è stata una forte riaffermazione del ruolo del mercato e, allo stesso tempo, la constatazione dei casi di fallimento del mercato e dei limiti che incontrano le politiche keynesiane.

Oggi siamo tutti alla ricerca di una nuova via per affrontare, la questione dello sviluppo mentre perdura la crisi economica. La scelta può essere quella della Good Economy? Si discute quale possa essere il ruolo dello stato sociale e contemporaneamente quello delle politiche industriali. L’adozione del principio dell’equilibrio di bilancio, sancito dal Fiscal compact e della riduzione del debito pubblico è difficile da coniugare con una scelta a favore della crescita. Ma non se ne può fare a meno. Allo stesso tempo, è diventato particolarmente evidente il disagio sociale, la questione della disoccupazione giovanile, della povertà e, in generale, delle disuguaglianze di reddito. L’incontro intende mettere al centro dell’attenzione il tema della giustizia sociale come condizione per lo sviluppo e delle regole necessarie a stabilire un corretto rapporto tra la politica e il corpo sociale, in modo che, nel definire le politiche da tutti ritenute necessarie a favore della crescita, non venga mai trascurata la centralità del cittadino, sia a livello nazionale che europeo.

Contributi di: M. Amendola, C. Becchetti, L. Becchetti, P. Bianchi, M. D’Alberti, G. Galli, M. Lo Cicero, S. Maffettone, M. Magatti, L. Paganetto, P. L. Scandizzo.